QASCADE – Recensione Videogioco

qascade

Qascade è un porting per GNU/Linux di un videogioco inizialmente rilasciato per i palmari Psion Revo PDA. Leggero e minimale, è presente all’interno dei repository di Fedora 25, nostra distribuzione di riferimento. Il progetto sembra essere stato abbandonato, in quanto il sito ufficiale dello sviluppatore non risulta essere più raggiungibile. Nonostante questo, le nostre prove non hanno evidenziato particolari bug o difetti di programmazione.

L’obiettivo del rapido passatempo video-ludico è quello di far scoppiare, tramite l’azione del mouse, sequenze di piastrelle adiacenti. Tali forme geometriche devono essere dello stesso colore: per racimolare il maggior numero possibile di punti, è necessario realizzare catene contenenti numerosi obbiettivi. La partita termina quando i tasselli sono stati completamente rimossi, oppure non è possibile effettuare mosse successive. Il quadro generale del software è completato dalla presenza di un’essenziale classifica a punti, la quale riepiloga i risultati locali delle partite effettuate. Non sono purtroppo presenti modalità aggiuntive o livelli accessori: il tutto si limita appunto ad una noiosa “caccia”, praticata nei confronti delle diverse combinazioni variopinte.

Qascade cerca di riprendere caratteristiche proprie di classici del calibro di Tetris e Puzzle Bobble, senza però estasiare o sorprendere il giocatore. La mancanza di originalità e la staticità dell’insieme, determinano inesorabilmente una rovinosa caduta verso un giudizio finale negativo. Certo, l’applicativo può regalare qualche ora di svago, ma gli amanti di questa tipologia di arcade preferiranno orientarsi verso lidi differenti, sostanzialmente più intriganti.

Precedente GNOME MINES - Recensione Videogioco Successivo NONNO SCATENATO - Recensione film